Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

lunedì 5 settembre 2011

Ritorno da Comodamente

(foto della campagna di Fratelli Calgaro)

I come back!

Dopo tre settimane di lavoro indefesso posso tirare i remi in barca e lasciarmi portare dalla corrente.

Il festival si è concluso ieri sera tra bagordi alcolici e gioiose risate (mi hanno detto, io sono crollata a letto presto).

Sto parlando di Comodamente.

È stata un’esperienza molto forte di cui alla fine, come sempre, i ricordi più belli sono legati alle persone.

Agli ospiti, alcuni deliziosi altri un pochino meno, ma è nell’ordine delle cose che ci sia chi si discosta dal gruppo.

Ai fantastici volontari che pieni di entusiasmo compensavano alla stanchezza dei tre giorni.

Alle mie due, più una, compagne di Info Point, a cui si aggiunge Francesco.

Hanno sopportato i miei sfoghi al limite della crisi isterica.

La più paziente: Patrizia

La più disponibile (in senso organizzativo!): Fanny

L’unica che mi rispondeva sempre: Chiara

L’uomo che apriva ogni porta: Alberto

L’autista d’emergenza: Scott

I fantastici autisti ufficiali: Maurizio, Fabio, Bruno, Paolo, Vincenzo, Stefano (quando mai mi ricapita di avere tutti questi bei ragazzi che corrono dove li mando io?)

Gli ospiti più simpatici sono tanti: Moreno, Valeria, Claudia, Lorenzo, Bruno, Massimo, Edoardo, Franciscu, Paolo 1 e 2, Stefano, Alessandro, Daniele, Nathania (tutti rigorosamente senza cognome ^^)

La più bella: Nathania

Il più bello: Roberto, Stefano, Massimo, Marco… non ho ancora deciso!

Vorrei fare una standing ovation a Petru e Nicolò che mi facevano ridere nei momenti critici, a Daniele che mi ha nutrita venerdì, prima che stramazzassi al suolo e ai fotografi di Heads Collective che con la loro magica stampante mi hanno consentito di risolvere molti problemi.

Da ricordare: lo sguardo allucinato di Nico venerdì, quello furioso di Ivan sabato e quello felice di Claudio domenica.

Fossi riuscita a sentire un dialogo la mia soddisfazione sarebbe alle stelle ma purtroppo chi organizza difficilmente riesce a essere anche spettatore, pazienza.

Signori e signore ci vediamo l’anno prossimo, forse!



Nessun commento:

Posta un commento

Dite la vostra! Mi fa piacere conoscere la vostra opinione