Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

lunedì 31 dicembre 2012

Buon 2013


Carissimi,
ho deciso di salutare voi e il 2012 con uno dei dialoghi di Leopardi che più mi piace. Molti di voi lo conosceranno. Gli anni passano, ma l'animo umano si dibatte sempre con le medesime emozioni e sensazioni. 
A noi il compito di  disegnare l'anno che viene.
Auguri!


DIALOGO DI UN VENDITORE D'ALMANACCHI
E DI UN PASSEGGERE
Giacomo Leopardi

Venditore. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi. Bisognano, signore, almanacchi?
Passeggere. Almanacchi per l'anno nuovo?
Venditore. Si signore.
Passeggere. Credete che sarà felice quest'anno nuovo?
Venditore. Oh illustrissimo si, certo.
Passeggere. Come quest'anno passato?
Venditore. Più più assai.
Passeggere. Come quello di là?
Venditore. Più più, illustrissimo.
Passeggere. Ma come qual altro? Non vi piacerebb'egli che l'anno nuovo fosse come qualcuno di questi anni ultimi?
Venditore. Signor no, non mi piacerebbe.
Passeggere. Quanti anni nuovi sono passati da che voi vendete almanacchi?
Venditore. Saranno vent'anni, illustrissimo.
Passeggere. A quale di cotesti vent'anni vorreste che somigliasse l'anno venturo?
Venditore. Io? non saprei.
Passeggere. Non vi ricordate di nessun anno in particolare, che vi paresse felice?
Venditore. No in verità, illustrissimo.
Passeggere. E pure la vita è una cosa bella. Non è vero?
Venditore. Cotesto si sa.
Passeggere. Non tornereste voi a vivere cotesti vent'anni, e anche tutto il tempo passato, cominciando da che nasceste?
Venditore. Eh, caro signore, piacesse a Dio che si potesse.
Passeggere. Ma se aveste a rifare la vita che avete fatta né più né meno, con tutti i piaceri e i dispiaceri che avete passati?
Venditore. Cotesto non vorrei.
Passeggere. Oh che altra vita vorreste rifare? la vita ch'ho fatta io, o quella del principe, o di chi altro? O non credete che io, e che il principe, e che chiunque altro, risponderebbe come voi per l'appunto; e che avendo a rifare la stessa vita che avesse fatta, nessuno vorrebbe tornare indietro?
Venditore. Lo credo cotesto.
Passeggere. Né anche voi tornereste indietro con questo patto, non potendo in altro modo?
Venditore. Signor no davvero, non tornerei.
Passeggere. Oh che vita vorreste voi dunque?
Venditore. Vorrei una vita così, come Dio me la mandasse, senz'altri patti.
Passeggere. Una vita a caso, e non saperne altro avanti, come non si sa dell'anno nuovo?
Venditore. Appunto.
Passeggere. Così vorrei ancor io se avessi a rivivere, e così tutti. Ma questo è segno che il caso, fino a tutto quest'anno, ha trattato tutti male. E si vede chiaro che ciascuno è d'opinione che sia stato più o di più peso il male che gli e toccato, che il bene; se a patto di riavere la vita di prima, con tutto il suo bene e il suo male, nessuno vorrebbe rinascere. Quella vita ch'è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll'anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero?
Venditore. Speriamo.
Passeggere. Dunque mostratemi l'almanacco più bello che avete.
Venditore. Ecco, illustrissimo. Cotesto vale trenta soldi.
Passeggere. Ecco trenta soldi.
Venditore. Grazie, illustrissimo: a rivederla. Almanacchi, almanacchi nuovi; lunari nuovi.


venerdì 28 dicembre 2012

Relax

Ciao a tutti!
Superato brillantemente il Natale e tutti i lauti pasti, rieccomi qui.
Certo, una bella corsa non farebbe male, ma che volete? Lavoro in questi giorni quindi, appena arrivo a casa, il divano è mio. Mio!? Un angolino accanto ai miei figli e Macchia che, ovviamente, ne occupa il centro ;)

In questi giorni ho concluso la prima stesura di Nautilus, appena torna tutto normale (leggi "ricomincia la scuola") farò le correzioni che già ho in mente e, per fine gennaio, spero di mandare ad Adriana il manoscritto.

Dunque ho una settimana di semi relax per leggere. 

Devo finire il libro di Fabiana Redivo che è stupendo e, per chi si fosse perso per strada, ricordo che si può acquistare qui


L’avventura inizia nella sperduta isola di Judac, con il ritrovamento di Khatala e dei misteriosi Libri Neri che contengono segreti magici devastanti per l’umanità. Un eroe che perde la memoria, una strega seducente, un mago ambizioso e un pirata dal passato misterioso, attraverseranno in maniera rocambolesca il continente Sofghan, combattendo uomini, streghe, mostri e demoni. Dovranno sbrigarsela tra lotte per il potere e intrighi di corte. Alla fine raggiungeranno gli eserciti schierati sotto le mura di Aghjkenam, la città perduta, per prendere parte all’epico scontro che porterà il genere umano al limite dell’autodistruzione. E allora il segreto della città perduta, diventerà l’arma vincente per l’alba di una nuova era.
Nel cuore del continente Sofghan, una potente magia nasconde agli occhi del mondo la città di Aghjkenam, l’antica capitale dell’impero ora diviso in otto Potentati. Due Guardiani la custodiscono, eliminando coloro che tentano di violare la sacralità del luogo. Solo un eroe munito di Khatala, la spada magica, potrà vincere il sortilegio, riportando la città perduta agli antichi splendori.


Questo Natale passerà alla storia per un motivo assurdo: nessuno mi ha regalato libri!
Mio padre e mio fratello hanno decretato che a casa mia non è possibile farne entrare altri, mio marito aveva altre idee, le mie amiche pure.
Così il Natale 2012 non ha portato alcun dono librario, da parte di altri. Io mi sono regalata lo stesso qualcosa. :)

Prima fra tutti l'ebook de La sogneria di Andrea Storti. 
Libro che attendevo da tempo e che sono felicissima sia stato pubblicato.


La Sogneria
L’autore conduce il lettore in un mondo incantato, dove la perdita della connotazione spazio temporale diventa strumento per coinvolgere quanti si affacceranno a questo romanzo in un’atmosfera fiabesca, ricca di sfumature facenti riferimento a una letteratura fantastico/paradossale. 
Il mondo dei sogni, da sempre considerato quanto di più effimero e intangibile, assume in questo romanzo una dimensione reale e vendibile. La Sogneria diventa la metafora di una felicità ritrovata da una popolazione che ha perso la capacità di sognare, dove il sogno non è limitato a essere ospite dei dormienti, ma importanza primaria dell’esitenza.

Lo trovate qui e presto scriverò il mio commento.

Poi "Vita di P" di cui ho sentito solo parlare bene.


Vita di Pi (Bestseller)
Piscine Molitor Patel è indiano, ha sedici anni, è affascinato da tutte le religioni. Porta il nome, ingombrante, di una piscina di Parigi, fino al giorno in cui decide di essere solo e soltanto Pi. Durante il viaggio che lo deve condurre in Canada con la sua famiglia e gli animali dello zoo che il padre dirige, la nave mercantile fa naufragio. Pi si ritrova su una scialuppa, alla deriva nell'Oceano Pacifico, in compagnia di una tigre del Bengala. Contro ogni logica, il ragazzo decide di ammaestrarla. La loro sfida è la sopravvivenza, nonostante la sete, la fame, gli squali, la furia del mare e il sale che corrode la pelle. Il loro è un viaggio straordinario, ispirato e terribile, ironico e violento, realistico e allegorico. Un viaggio che riaccende la fede nella magia e nel potere delle parole. Vincitore del prestigioso Man Booker Prize 2002, acclamato come un nuovo classico dalla critica, Vita di Pi è un libro unico, che ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo. Dal romanzo è stato tratto un film 3D diretto dal pluripremiato regista Ang Lee.

Come avrete capito non mi sono persa d'animo!

Questi sarebbero i giorni dei bilanci, dei propositi per l'anno nuovo. Non credo che vorrò condividerli pubblicamente, ma vi farò gli auguri come si deve al momento giusto.
Buon week end!


domenica 23 dicembre 2012

Auguri!

Ciao a tutti!

Per quanto sia fiduciosa in Babbo Natale, forse ho esagerato con le richieste... 
Perciò credo che dovrò fare da sola alcuni regali a me stessa.
Dunque mi assenterò dal blog per il periodo natalizio, ci vediamo dopo le Feste.
Divertitevi, non mangiate troppo e cercate di ricavare il meglio da questi giorni.
Buon Natale!




mercoledì 19 dicembre 2012

Guai grossi al Polo Nord

Ultimo appuntamento prima di Natale con le fiabe degli autori di Edizioni Domino.

Dopo Adriana Comaschi, Fabiana Redivo e Claudia Tonin(me medesima^^) questa settimana è la volta di una bella fiaba è scritta da M.P. Black. Paola De Pizzol che ci presenta "Guai grossi al Polo Nord" una bella storia adatta ai bambini ma anche ai più grandi.

Dal Blog di Edizioni Domino

Il racconto

grossi guai al polo Nord m. p. blackVogliamo dedicare questo racconto ai nostri lettori più piccoli e… ma sì, anche ai grandi, ma solo quelli che hanno il cuore bambino.
E se invece siete grandi grandi, di quelli che sanno bene che sotto le feste non solo c’è più da sgobbare, ma che c’è sempre qualche intoppo… bene, godetevi questa storia, in cui troverete Babbo Natale alle prese con parecchi problemi.
E, insieme a lui, tutto lo staff del Polo Nord.
Già, perchè sotto le feste girano anche tante forme influenzali e il fatto di avere molte cose da fare non ci salva dal buscare qualche malanno.
Ma se ad ammalarsi fosse proprio Babbo Natale? Chi porterà i doni a tutti i bambini del mondo?
Leggete questa bella fiaba e scopritelo insieme a noi!


domenica 16 dicembre 2012

Intervista dal Diario dei pensieri persi

Buona domenica!
Spero siate riusciti a superare il caos dovuto alla neve e che la giornata trascorra lieta.
A casa mia di neve solo l'ombra, fuggevole, apparsa venerdì mattina alle cinque, ma poi fuggita già alle otto.
Sotto la pioggia.
Come avrete capito dal titolo del post sono stata intervistata e ieri nel Diario dei pensieri persi è stata pubblicata l'intervista che mi aveva fatto qualche settimana fa Francesca Rossi, se avete voglia potete darci un'occhiata.
C'è una piccola anticipazione ufficiale riguardante il seguito di Pearls che vi consiglio di non perdere!



Visto che ci siete, fermatevi per la sorpresa che il Diario ha preparato per ricordare Jane Austen, nata il 16 dicembre 1775 e di cui oggi è l'anniversario.

Ancora buona domenica e ci sentiamo la prossima settimana con la letterina a Babbo Natale, ossia la lista dei libri che vorrei leggere l'anno prossimo :)

martedì 11 dicembre 2012

Natale a Villa Maria

Per la terza settimana consecutiva ecco il  racconto di Natale di Edizioni Domino, anche oggi c'è un regalo per i suoi lettori.
Questa settimana tocca a me!

Tratto dal blog di Edizioni Domino:

Il racconto

claudia tonin nataleNatale non è solo luce, colore, festa. Spesso ci si dimentica che dietro la patina di perfezione che vorremmo mettere su queste feste ci sono realtà immerse nella sofferenza.
Chi è vecchio, chi è malato, chi è privo di mezzi non sempre, anzi quasi mai, nel mondo reale vive il miracolo natalizio che toglie ogni dolore. Claudia Tonin ci conduce con la sua storia a Villa Maria, una casa di riposo, per ricordarci che è soprattutto in luoghi come questo che c’è bisogno della speranza portata dalle festività natalizie.



Perché Natale non è solo regali sotto l'albero, a volte è anche solitudine, ma soprattutto il calore della famiglia.
Un calore che si senta moltissimo, specie quando si è soli.
Buona Lettura!


P.S.
Se vi siete persi il mio racconto di Natale dell'anno scorso lo potete leggere qui






giovedì 6 dicembre 2012

Christmas Lights

Dopo avere addobbato blog (vi piace?) e pagine FB (per Twitter mi sto attrezzando...) oggi ho fatto l'albero reale.
Tutta l'operazione è stata fieramente osteggiata da Macchia che ritiene le luci delle prede molto appetitose (e non parliamo delle palline colorate!)
Alla fine la casa ha assunto un aspetto più coccolo e natalizio, perfettamente in tema con la festa di San Niccolò.
Durante tutte le fasi salienti la voce di  Michael Buble mi ha sostenuta ma questa sera c'è posto solo per Chris. 
In fondo se non metto questa canzone dei Coldplay adesso quando dovrei metterla?



martedì 4 dicembre 2012

Natale, fiabe e La Mano di Fatima

Buona settimana a tutti!

Abbiamo iniziato dicembre e presto dovrò preparare gli addobbi natalizi per il blog, spero di farlo presto. Diciamo che per ora sono in questa fase:




Poi arriveranno le luci colorate :))

In tema natalizio vi ricordo che da oggi è on line il nuovo racconto di Natale sul Blog di Edizioni Domino, si tratta di Christmas e-mail di Fabiana Redivo. Una bella fiaba moderna,  dolce e simpatica.

Oggi a casa mia sono arrivati i Leoni!
Il libro di "Fiabe per leoni veneziani", che soddisfazione!
Mi hanno risollevato il morale, visto che la salute latita e avere il libro tra le mani è stato un toccasana.
Le illustrazioni sono bellissime, con dei colori magici, ma tutto l'oggetto libro è molto curato e bello.


Altra bella scoperta di oggi è stato il blog La Mano di Fatima, un blog interamente dedicato alla cultura e alla letteratura araba. Oggi inizia un percorso alla coperta del capolavoro de "Le mille e una notte". Dunque lo consiglio caldamente agli amanti delle fiabe.