Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

martedì 29 maggio 2012

Segnalazioni e considerazioni

In Esedion gli eventi sismici sono il filo rosso che conduce la storia.
L'antefatto è il cataclisma da cui Estreira fugge.
La storia di Ryan inizia con la fine del Krakatoa.
Aryn parlerà del terremoto dell'Indonesia del 2004.
La fine della trilogia che sto scrivendo era già decisa da un bel po' di tempo ma tutte queste scosse che non io non ho sentito, ma che hanno provocato morte e distruzione, mi portano a riflettere sul terzo capitolo della mia storia.
Non sono più così sicura di voler parlare con leggerezza di tali disastri. 
Io sono nata con un terremoto, almeno la mia coscienza di me stessa inizia nel 1976 e vi posso assicurare che non ci si riprende tanto presto.
Forse è anche per questo che Esedion parte da un terremoto, per esorcizzare una grande paura. 
Ma mi pare poco rispettoso per chi lotta, e lotterà ancora per molto tempo, per riprendersi dai disastri, parlare di fiction e di teorie elettromagnetiche.
Mi fermo un attimo a riflettere.




In merito al terremoto di Modena e Mantova vorrei segnalarvi che al San Giorgio di Mantova Fantasy ci saranno delle iniziative in favore delle popolazioni e che cercheremo di raccogliere più fondi che potremo.
Avete un altro buon motivo per venire al festival del 9 e 10 giugno!


Con molta probabilità, anzi sicuramente, ci sarò solo sabato 9 giugno. Purtroppo non ho il dono dell'ubiquità :((.
Confido comunque di incontrare di persona (finalmente!) alcune persone straordinarie che conosco solo via web, speriamo!


Vorrei segnalarvi anche un libro:
Venti corpi nella neve di Giuliano Pasini.



Case Rosse, minuscolo borgo nell'Appennino tosco-emiliano, ha un primato: è la sede del commissariato più piccolo d'Italia, diretto da Roberto Serra - che viene da Roma ed è considerato uno 'ed fora' - con l'aiuto dell'agente Manzini. Non succede mai nulla se non qualche rissa tra ubriachi il sabato sera. Ma la notte del Capodanno del 1995 una telefonata sveglia Manzini in piena notte. Ci sono tre cadaveri al Prà grand, uccisi senza pietà. I due poliziotti accorrono sul luogo del delitto e uno spettacolo raccapricciante si presenta ai loro occhi: un uomo, una donna e una bambina sono stati colpiti a morte da distanza ravvicinata con un fucile. È un'esecuzione, senza alcun dubbio. Ma non ci sono schizzi di sangue intorno alle vittime e la loro posizione non combacia con la traiettoria degli spari. A chi appartengono questi corpi straziati che chiedono giustizia? Chi ha violato la pace di quel piccolo paese perso tra le montagne, e per quale motivo? E perché così tanta violenza da sorprendere anche un uomo come Roberto Serra, abituato a omicidi ben più efferati? Per il commissario comincerà un'indagine che lo porterà a rivivere il passato del luogo in cui si è rifugiato, e ad affrontare i demoni che albergano nella sua anima e nel suo cuore.




Lunedì sono andata alla presentazione di questo libro e devo dire che mi ha incuriosita moltissimo, sia per l'argomento che per la personalità scoppiettante del suo autore.
Con cui ho parlato del concorso Io scrittore e dell'ego smisurato degli aspiranti scrittori ;))
Vi saprò dire del romanzo appena intraprenderò la lettura.


Parlando di piacevoli letture oggi, anche se avrei dovuto farlo molto tempo fa, vorrei segnalarvi il romanzo di fantascienza di Lerigo Menestrello. Il nostro amico in calzamaglia, indossa la tuta spaziale nel suo blog e dovreste proprio leggere le avventure di CJ.
Spero proprio che diventi un romanzo al più presto.


Visto che ormai siamo arrivati alla fantascienza vi dico anche qualcosa di me.


Già, perché ho finito la correzione di un nuovo romanzo.^_^
Non ha niente a che vedere con Esedion, è una storia nuova.
Dopo mesi di correzioni presto vedrà la luce. 
Lo so che non dovrei dire ancora nulla, ma ieri ho finito l'editing e volevo rendervi partecipi della mia gioia.
Non anticipo nulla, ma non parlerà dei soliti argomenti di fantascienza...
Quest'estate potreste vederne di belle!






venerdì 25 maggio 2012

Tempeste




LA TEMPESTA di Giorgione, uno dei quadri più misteriosi della nostra storia dell'arte.
Dipinto senza disegno preparatorio, solo con l'uso del colore nel 1505, è conservato alle Gallerie dell'Accademia di Venezia



Ci sono giorni in cui non succede niente.
Calmi, piatti come le acque di un lago di alta montagna.
Altri in cui le sorprese, gli imprevisti, ti fanno imbestialire, gioire, piangere.
Non so quali siano migliori.
So che io non amo le acque ferme ma il mare in tempesta.
Questa settimana c'è stata tempesta quasi ogni giorno, ma il bello deve ancora venire.
Devo prepararmi perchè l'estate sta per arrivare...




Buon week end!

mercoledì 23 maggio 2012

Segnalazioni

Ciao a tutti!
Per cominciare, se non l'avete già visto, dovete assolutamente giocare con il doodle di google di oggi, troppo divertente. Gli informatici di Google sono dei geni! Per il 78mo anniversario della nascita di Robert Moog ha ricreato un sintetizzatore funzionante! https://www.google.it/webhp?hl=it&tab=ww&authuser=0

Con incredibile ritardo vorrei ringraziare Gabriele Ninci che nel suo blog ha riportato un commento articolato e molto interessante sul mio romanzo. Magari, se non avete letto il libro, state attenti perché c'è  qualche spoiler.
Sono delle grandi soddisfazioni quando i lettori leggono e sollevano dubbi, vuol dire che chi ha scritto, ha saputo interessarli.


Colgo l'occasione per dire che la pubblicazione del seguito di Esedion subirà dei ritardi.
Non so ancora dirvi quando uscirà. 
Invece posso dirvi che credo di aver fatto un lavoro migliore, rispetto al primo, e che la scrittura definitiva del terzo prosegue, lenta, ma inesorabile.




http://www.fondazionefrancescofabbri.it/piattaforme-culturali/premio-francesco-fabbri/


Ultima segnalazione, così scoprite anche che faccio nel mio inesistente tempo libero, vorrei segnalarvi questo bando per appassionati di fotografia.


L’idea che sottende al Premio Francesco Fabbri è una visione dell’arte che si muove attraverso una pluralità di linguaggi che seguono direttrici ibride. La società di internet e della comunicazione su scala globale crea ingenti flussi di informazione e una grande circolazione della cultura visuale. Non possiamo analizzare il presente secondo una lente locale, ma ambire a cogliere le tendenze di una contemporaneità che non conosce barriere.


Qui trovate il bando.
So che i frequentatori di questo blog sono più che altro lettori, ma magari avete amici interessati a questa espressione artistica, quindi condividete! Grazie!

lunedì 21 maggio 2012

Premio Almohada



Ringrazio moltissimo Universi Incantati di Valentina Bellettini che ha voluto premiare il blog Esedion con il:



che spetta "ai blog che ci appassionano di più, per coloro
tanto bravi a scrivere che ci fanno emozionare!"


Accettando il premio, occorre rispettare cinque regole:

1) Scrivere tre frasi che ti rispecchiano.

"È il cuore ad essere insaziabile, il cuore che ha bisogno di amare, di disperarsi, di ardere di un fuoco qualunque… Ecco ciò che volevamo: bruciare, lasciarci consumare, divorare i nostri giorni come le fiamme divorano la foresta"
Irène Némirovsky


"sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore" (Bertolt Brecht)


La pagina ha il suo bene solo quando la volti e c'è la vita dietro che spinge e scompiglia tutti i fogli del libro. La penna corre spinta dallo stesso piacere che ti fa correre le strade. Il capitolo che attacchi e non sai ancora quale storia racconterà è come l'angolo che svolterai uscendo dal convento e non sai se ti metterà a faccia con un drago, uno stuolo barbaresco, un'isola incantata, un nuovo amore.
Italo Calvino, Il cavaliere inesistente.
(con l'ultima ho un po' barato ;)))



2) Elencare tre canzoni che ti piacciono.

Starlight dei Muse


Lovers in Japan dei Coldplay (non è stato semplice sceglierne solo una delle loro...)




Qualcosa che non c'è di Elisa




3) Esprimere un desiderio.
Questa è facile

4) Scrivere una parola che esprima il desiderio.
Mare (ma non è come credete voi)

5) Assegnare il premio a 7 blog.


domenica 20 maggio 2012

Considerazioni

Ieri non ho scritto nulla, ero troppo addolorata per commentare.

Non è più come un tempo. Una volta ero cinica, fatalista. Avere dei bambini mi ha cambiata, ora quando muore un figlio, una figlia, il mio primo pensiero, va subito alla sua mamma e di conseguenza a me stessa se mi capitasse la stessa cosa. Anche oggi, con tutto quello che è accaduto in Emilia Romagna, con altri lutti, non posso non pensare a quelle povere ragazze e ai loro inimmaginabili dolori. Per loro e le loro famiglie, ma anche per gli amici, la vita è cambiata per sempre.
Ogni giorno qualcuno muore e qualcuno nasce, la differenza è tutta in noi, in come viviamo questi fatti quotidiani. Quando avevo l'età delle ragazzine ferite scrivevamo nei diari. "Non importa se per il mondo non sei nessuno, per qualcuno sei il mondo".
Ecco, questo fa la differenza, per qualcuno ieri e oggi il mondo come lo conoscevano è finito.
E non parlo di chi non c'è più.




Ho cercato una musica che potesse infondere forza e l'unica che mi è venuta in mente è questa




mercoledì 16 maggio 2012

Giveaway per il doppio anniversario

Maggio è il mese di un doppio anniversario!


Esedion, il blog, compie quattro anni, incredibile vero?


Esedion, il romanzo, compie un anno!


Per festeggiare questi anniversari ho pensato di regalare un orologio e un libro di Esedion.



Si tratta di un giveaway particolare, con due clausole.


La solita: divenire follower del blog.


E una insolita.


I partecipanti dovranno lasciare un commento a questo post scrivendo il titolo del loro romanzo preferito, letto negli ultimi quattro anni, e spiegare a tutti perché dovrebbero leggerlo.


Non è difficile, vero?


Avete tempo fino al 31 maggio, l'estrazione avverrà il 1° giugno.


Buona fortuna a tutti!


martedì 15 maggio 2012

Muses in libreria!

Oggi è uscito il nuovo libro di Francesco Falconi!

Dal sito dell'autore riporto alcune informazioni.




«Un libro appassionante, ricco di colpi di scena, che tiene incollati alle pagine e con una protagonista indimenticabile».
Licia Troisi
Quando scappa da Roma  diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa  notizia è quasi un sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l’eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia.
Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte.
Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro.
La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme.
Ma un dono così può scatenare l’inferno.
E sta per accadere.
Copertina:  Ibrahim Tamyüksel, Rielaborazione grafica di Davide Nadalin


Devo dire che mi incuriosisce molto, spero di leggerlo presto!
Nell'attesa godiamoci il booktrailer ;))

domenica 13 maggio 2012

Peggy Guggenheim Collection

Nonostante la bora, il freddo autunnale la visita al Guggenheim di Venezia è stata una bellissima esperienza.


Un quadro che mi sono portata a casa, nel cuore.


Buona settimana!




L’impero della luce (L’Empire des lumières), 1953–54
Olio su tela, 195,4 x 131,2 cm
Collezione Peggy Guggenheim, Venezia 76.2553 PG 102
© René Magritte, by SIAE 2008





sabato 12 maggio 2012

Il programma del San Giorgio di Mantova Fantasy


Manca meno di un mese all'inizio del San Giorgio di Mantova Fantasy!
Di seguito vi riporto il comunicato stampa di Alfonso Zarbo che ho preso dal suo blog


Al suo secondo appuntamento, il San Giorgio di Mantova Fantasy si prepara per un’edizione ricca di eventi imperdibili. Ideata e diretta dallo scrittore mantovano Mauro Fantini con la collaborazione di Alfonso Zarbo, Claudia Tonin, Solange Mela, Mariangela Galotto, Fabio Cicolani e Anna Giraldo, la manifestazione si terrà nel modernissimo Centro Culturale di San Giorgio di Mantova nel weekend del 9 e 10 giugno e aprirà le porte della fantasia e dell’immaginazione a tutti i suoi appassionati.

Il programma di quest’anno spazia dalle attività dedicate ai giovanissimi all’incontro con Fantasy Magazine e con i doppiatori dell’amatissima serie tv Game of Thrones, dai workshop di illustrazione digitale alle presentazioni degli autori fantasy e delle loro opere. Di grande risalto le premiazioni che si terranno domenica mattina: Premio Cittadella, Premio Magia Urbana Prèt-a-porter e Premio Nuove Chimere, indetti dall’Associazione culturale “I sogni nel Cassetto”.

Le edizioni trascorse hanno brillato per aver ospitato un grande numero di autori ed esperti del settore (tra cui ricordiamo soprattutto Alan D. Altieri, Cecilia Randall, Davide Nadalin, Luca Tarenzi, Marco Davide, Thomas Mazzantini e Matthias Graziani), favorendo la socializzazione e la nascita di fiorenti collaborazioni letterarie. Anche quest’anno hanno aderito al progetto numerose case editrici e oltre settanta artisti provenienti da tutta Italia.

Le due giornate si prospettano quindi, oltre che molto piacevoli, stimolanti per gli addetti ai lavori e di sicuro interesse per chi desideri conoscerli o avvicinarsi all’ambiente della narrativa e dell’illustrazione fantastica italiana.

Vi alleghiamo materiale pubblicitario dell’evento e il programma dettagliato con preghiera di rendere partecipi i vostri utenti di questa splendida opportunità di conoscere nuovi autori e nuove avvincenti storie fantastiche.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito http://www.sangiorgiodimantovafantasy.it

Grazie per quanto potrete fare per la diffusione delle informazioni sulla nostra iniziativa.



PROGRAMMA

SABATO 9 GIUGNO – DALLE 9.00 ALLE ORE 20.00

Sabato Mattina – discorso di apertura, premiazioni e incontri (eventi dedicati solo alle scuole):


In auditorium, premiazione dei vincitori del Premio San Giorgio di Mantova Fantasy (basato sul concorso Scritti di scuola indetto dalla casa editrice Domino con la collaborazione di Antonia Romagnoli), dedicato agli alunni delle scuole elementari e medie delle province di Mantova e Verona;

In auditorium, Fabio Cicolani presenta Luca Azzolini (Evelyn Star, Edizioni Piemme); 

In auditorium, l'illustratore della saga di Percy Jackson Davide Nadalin incontra gli alunni delle scuole. Moderano l’incontro Mauro Fantini e Alfonso Zarbo; 

In auditorium, a tu per tu con l’autore di San Giorgio di Mantova Mauro Fantini e con Fabio Cicolani, autore delle “Magie di Omnia”.

Sabato pomeriggio – presentazioni e incontri (per tutti): 
Dalle ore 14:30 – in biblioteca, Fabio Cicolani presenta gli autori Antonio Lanzetta, Angelo Berti, Genny Biagioni, Greta Marras e Daniele Nicastro; 

Ore 15:00 – in auditorium, Andrea Storti modera la tavola rotonda con Paola Boni, Anna Giraldo, Giulia Marengo e Cecilia Randall; 

Ore 15:30 – in auditorium, Andrea Storti modera la tavola rotonda con Luca Azzolini, Matthias Graziani, Thomas Mazzantini e Maico Morellini;

Ore 16:00 – in auditorium, incontro con gli ospiti d’onore di quest’anno: i doppiatori italiani di Game of Thrones Daniele Giuliani (Jon Snow) ed Edoardo Stoppacciaro (Robb Stark). Moderano la presentazione Alfonso Zarbo, Mauro Fantini e Mariangela Galotto;

Ore 17:15 – in auditorium, Domino Edizioni presenta l’antologia “I vampiri? non esistono”; 

Ore 17:15 – in sala Shannara, Sangel Edizioni e Nero Café presentano “Exilium, la vera storia dell’inferno di Dante”;  

Ore 17:45 – in auditorium, Il Ciliegio Edizioni presenta Alessandro Fusco e Gregorio Antonuzzo; 

Ore 17:45 – in biblioteca, Andrea Storti presenta Valentina Bellettini, Anna Fabriello e Nicola Fossati. 

DOMENICA 10 giugno – dalle 10:00 alle 20:00 

Domenica mattina - discorso di apertura, presentazioni, workshop (per tutti): 
Ore 10:00 – Premiazione del contest “Alla ricerca dello slogan perfetto!” da parte dello staff dell’evento. Segue la premiazione dei vincitori dei Premio Cittadella, Premio Magia Urbana Prèt-a-porter e Premio Nuove Chimere, indetti dall’Associazione culturale I Sogni nel Cassetto; 

Ore 11:00 – Workshop con Fabio Porfidia sul tema dell’illustrazione digitale. 

Domenica pomeriggio – presentazioni e incontri (per tutti): 

Dalle ore 14:30 – in biblioteca, Fabio Cicolani presenta gli autori Lisa Cavalletti, Jamila Bertero, Aurora Biancato, Igor Spadoni e Ivano Manera; 
Ore 14:30 – in auditorium, Plesio Editore presenta Sonia Barelli e Alessio Banini.

Ore 15:00 – in auditorium, Emanuele Manco, curatore di Fantasy Magazine, presenta l’almanacco cartaceo Effemme. Segue il dibattito con l’esperta Chiara Codecà sul tema delle serie-tv;

Ore 15:00 – in sala Shannara, 0111 Edizioni e Libreria Fantasy presentano Massimo Bernardi, Leda Muraro, Antonietta Usardi e Valentina Capaldi;

Ore 16:00 – in auditorium, incontro con gli ospiti d’onore di quest’anno: i doppiatori italiani di Game of Thrones Daniele Giuliani (Jon Snow) ed Edoardo Stoppacciaro (Robb Stark). Moderano la presentazione Alfonso Zarbo, Mauro Fantini e Mariangela Galotto;

Ore 17:15 – in auditorium, Linee Infinite Edizioni presenta gli autori Alfonso Zarbo (“La Via dell'Acciaio, Ivengral Saga – volume II”), Elisabetta Tadiello ed Elena Bertani (“Il Sangue della Luna”); 
Ore 17:15 – in sala Shannara, Tabula Fati presenta l'autrice Chiara Cilli.

Ore 17:45 – in auditorium, Mauro Fantini e Simone Draghetti presenta la rivista ufficiale “Linee Infinite Magazine”;

Ore 17:45 – in biblioteca, Anna Giraldo presenta Loredana Rossetti, Paola Scagliarini e Davide Zaffaina.

Durante il corso della manifestazione sarà possibile visitare le sale dedicate alla mostra delle illustrazioni di Sara Forlenza, Davide Nadalin, Fabio Porfidia, Francesca Resta, Fabio Sechi, Ilaria Trombi, Mattia Zoanni, gli stand degli editori 0111, Domino, Il Ciliegio, La penna blu, Linee Infinite, Plesio, Sangel, Tabula Fati e quelli di Amici ludici, Cagliostrino, Chi cerca trova, Domino City, Libreria MELbookstore, Lupo Rosso e Autori indipendenti riuniti.

Alle ore 16:00 di sabato e di domenica, nel giardino esterno, i bambini potranno partecipare a un duello di bacchette magiche gestito da Francesca D'Amato. Lasciatevi truccare il volto dalle nostre artiste Chiara De Ciantis e Cristina Bisi!

Verrà inoltre allestito nel cortile interno un mini torneo per i più piccoli organizzato dall’espositore Domino City, con giochi di carte di Pikachu e Yu-Gi-Oh e fantastici gadget per partecipanti e vincitori (unico evento a pagamento). Il regolamento verrà distribuito durante le giornate.

Il canto della rivolta - Commento


Il canto della rivolta


Posso dire senza alcun dubbio che Hunger Games è una delle saghe più belle che abbia mai letto.
Suzanne Collins ha tutta la mia stima, come narratrice e come persona, per avere costruito una storia dai risvolti reali e drammatici. Ha lanciato un messaggio forte e coraggioso ai ragazzi, ma probabilmente i più colpiti dalle sue storie sono gli adulti, che ne comprendono appieno le sottigliezze.

Il mio commento, con SPOILER ENORMI, che invito a non leggere, se non dopo la fine della lettura del libro.
Perché questo è un libro che dovete leggere, assolutamente!
Visto che ci siete andate pure al cinema perché il fim merita sul serio!
Buoni Hunger Games a tutti!


Commento

L’ultimo capitolo della saga degli Hunger Games si apre in un Distretto 12 incenerito dalle bombe di Capitol City.
Katniss è stata salvata dai ribelli e portata nel Distretto 13  dove ritrova la sua famiglia e si riprende dai giochi della Memoria. Il pensiero fisso sulla sorte di Peeta non è lenito nemmeno dalla presenza di Gale.
La presidente Coin del Distretto 13 vuole che lei sia la Ghiandaia Imitatrice, l’icona della rivolta che solleverà i distretti. Katniss ha i postumi del trauma cranico, un enorme senso di colpa per la morte delle centinaia di persone che popolavano il Distretto 12 e anche per avere lasciato Peeta.
In questo romanzo assistiamo alla crescita della protagonista che comprende pienamente la crudeltà della guerra e si trova spesso a non condividere le scelte crudeli della rivoluzione.
Quello che fanno a Peeta poi la sconvolge e la fa sentire ancora più in colpa.
Gale porta alle estreme conseguenze i suoi discorsi di ribellione e diviene anche lui, come spesso accade, da perseguitato a persecutore, lasciandosi cambiare dalla guerra.
Se devo essere sincera il Distretto 13 mi ha spaventata tanto quanto Capitol City, soprattutto quando dimostra delle rigidità disumane nei confronti dei preparatori.
Peeta resta il mio personaggio preferito, nonostante il depistaggio, una tortura psicologica e farmacologica che gli fa credere di odiare Katniss, lotta per non farsi cambiare. La sua indole resta fedele a se stessa, come quella di Annie e Finnick, nonostante tutto quello che possono avergli fatto, c’è chi ha la forza per non farsi cambiare, per capire il limite etico invalicabile. 
La presenza di questi personaggi è un punto che voglio sottolineare per la speranza che queste figure portano all’interno della storia.
Possiamo comprendere Gale, Haymitch, la stessa Katniss per la loro rabbia e per la violenza, ma sono altri gli eroi. 
Alla fine anche Katniss lo capisce.
Chi sceglierà tra i due? (Non sto parlando di Gale e Peeta)
La protagonista alla fine dovrà scegliere da quale parte stare e sceglie di stare dalla propria.
Il finale mi ha spiazzata completamente. La morte di molti personaggi, i bambini, i bombardamenti ma soprattutto la morte di Prim chiudono un cerchio di violenza. 
Mentre con il presidente Snow era riuscita a salvare la sorella con la presidente Coin non può riuscirci. Non riesce a immolarsi come tributo. I nuovi Hunger Games, che mostrano tra i vincitori di che pasta sono fatti, con il colpo di scena finale davvero sorprendente.
Alla fine però non sarà Katniss a scegliere tra Gale e Peeta "quello che tornerà più utile alla sua famiglia", come sosteneva Gale. Inevitabile che sia così, giusto se vogliamo. L’espiazione della colpa di Gale nel Distretto 2, che ha tentato di annientare, mostrano che anche lui è cresciuto e ha compreso. Quando verrà il momento Katniss riuscirà a capire chi ama e perché la scelta non può che essere quella. 
Ma solo perché Gale si allontana e Peeta insiste per portarla di nuovo verso la vita, come aveva già fatto.
Un finale amaro ma di speranza, con la vita che, nonostante tutto, continua.

martedì 8 maggio 2012

Se ti abbraccio non aver paura - presentazione

Ciao a tutti!
Ieri sera, come annunciato, sono andata ad ascoltare Fulvio Ervas.
Premesso che io e MP Black siamo tra quelle quindici persone che sarebbero state in sala comunque, anche senza il can can mediatico fatto al libro, perché lo seguiamo da anni e lo apprezziamo molto come autore, ma soprattutto come persona.
Fatto sta, che la sala era strapiena di gente perché il libro ha una certa notorietà e così ho udito dalla sua voce come un bel libro diviene un fenomeno mediatico.
I temi che affronta il libro sono molteplici e il suo autore ci ha parlato di come il viaggio di Franco e Andrea lo abbiano convinto a raccontare una storia vera.
Mi ha colpito in particolare il fatto che dicesse che lo scrittore crea mondi fantastici e in questa storia c'era il mondo dell'autismo, è un mondo che non conosciamo che ci è sconosciuto.
Fulvio Ervas è un insegnante e conosceva come docente dei ragazzi con questa malattia ma in questo libro diviene l'io narrante del genitore. In questa catarsi ne esce svuotato, ci svela che non sa se scriverà ancora.
Mi tornano subito in mente le parole di Palaniuk "Ci sono storie che quando le narri si consumano, altre consumano te".
La sensibilità di Fulvio Ervas, la sua capacità di scrittura, il suo essere padre e insegnante creano un storia che non può lasciare indifferenti.
Sono all'inizio della lettura, ma non è semplice. E' uno di quei libri che non si possono leggere così, in apnea. Devo fermarmi, riflettere. So già che ci metterò un po' per finirlo.
Da dire c'è che Fulvio è stato travolto dalla notorietà, come Franco e Andrea. Tutti ora si affollano per parlare con questo ragazzone diciottenne che avvita le lampadine del cielo. Ma è lo stesso di sei mesi fa.
La Marcos y Marcos stampa da una tipografia artigianale, che ha faticato a trovare la carta per l'ottava ristampa.
Paola ha sempre fatto manicaretti e la pergola dell'uva fragola è stupenda. Le mura di Castelfranco mi allargano il cuore ogni volta che le vedo, eppure tutto questo esisterebbe comunque anche senza Le iene e senza Le invasioni barbariche.
Che dire?
Sono tanto felice per loro perché se lo meritano, appena finisco la lettura farò un commento come si deve.





Io, M.P. Black (Paola De Pizzol) e Fulvio. La foto l'ha fatta la cara Paola, la moglie di Fulvio, mentre noi "reggevamo" il prof :))

domenica 6 maggio 2012

Macchia Codatorta

pic.twitter.com/vO1fFFsh

Buona domenica!
Vi presento Miss Macchia Codatorta!
La mia gattina ^^
Macchia è venuta a vivere con noi venerdì e ha già messo in riga i miei due terribili hobbit!
In questa domenica avrei voluto fare molte cose ma alla fine le faccende domestiche accumulate dalla settimana scorsa hanno avuto il sopravvento.
Domani la settimana inizia molto bene, vado ad ascoltare il bravissimo Fulvio Ervas.


Il suo libro "Se ti abbraccio non aver paura" sta avendo un grande successo e io sono felicissima.
Alcune notizie dal sito di Marcos y Marcos





Il verdetto di un medico ha ribaltato il mondo.
La malattia di Andrea è un uragano, sette tifoni. 
L'autismo l'ha fatto prigioniero e Franco è diventato un cavaliere che combatte per suo figlio.
Un cavaliere che non si arrende e continua a sognare.
Per anni hanno viaggiato inseguendo terapie: tradizionali, sperimentali, spirituali.
Adesso partono per un viaggio diverso, senza bussola e senza meta. Insieme, padre e figlio, uniti nel tempo sospeso della strada. Tagliano l'America in moto, si perdono nelle foreste del Guatemala. Per tre mesi la normalità è abolita, e non si sa più chi è diverso. Per tre mesi è Andrea a insegnare a suo padre ad abbandonarsi alla vita.
Andrea che accarezza coccodrilli, abbraccia cameriere e sciamani.
E semina pezzetti di carta lungo il tragitto, tenero Pollicino che prepara il ritorno mentre suo padre vorrebbe rimanere in viaggio per sempre.
Se ti abbraccio non aver paura è un'avventura grandiosa, difficile, 
imprevedibile.
Come Andrea.
Una storia vera.

Con otto romanzi pubblicati, finisce che ti chiamano scrittore: e può capitare che un bel giorno sia una storia a cercare te. Un personaggio in carne e ossa che ti colpisce come uomo, come padre, come insegnante di liceo. Il protagonista di un viaggio straordinario. "Ascoltami" ha detto Franco Antonello a Fulvio Ervas davanti a uno spritz "la storia che ti voglio raccontare ha la forza della vita vera e la bellezza di un sogno".
Fulvio l'ha sentito forte e chiaro: questo è un padre che ama veramente suo figlio, che cerca di fare qualcosa di importante per lui. Per suo figlio, che è autistico.
Sul divano, davanti ai manicaretti di Paola, sotto la pergola dell'uva fragola, il loro dialogo è durato un anno intero.
Finché Fulvio non ha sentito tra le dita il romanzo di questa storia.
Fulvio Ervas vive nella campagna di Treviso con la famiglia e una squadra compatta di animali domestici. 
Franco Antonello vive a Castelfranco Veneto e dalla finestra della casa in cui è nato vede le mura merlate di un castello.


L'uscita del suo nuovo libro è stata dirompente e sono proprio felice per Fulvio. Sia perché il libro e la storia meritano, sia perché l'autore è una persona eccezionale che sono onorata di conoscere da qualche anno.


Ovviamente martedì vi racconterò tutto.


Buon inizio settimana!

venerdì 4 maggio 2012

San Giorgio di Mantova Fantasy






Il San Giorgio di Mantova Fantasy sta per arrivare!


Il 9 e il 10 giugno San Giorgio di Mantova accoglierà il popolo fantasy italiano con tantissimi eventi per adulti e bambini dedicati alla letteratura, all’illustrazione e alla televisione.
Assisterete alle performance degli illustratori e dei fumettisti, conosceretegli autori e i giornalisti letterari, ascolterete le voci dei doppiatori televisivi e potrete immergervi per due giorni nella magica atmosfera del bellissimo Centro Culturale di San Giorgio di Mantova che ospiterà le Case Editrici e i creatori di oggettistica, oltre a decine di autori e illustratori provenienti da tutta Italia.


Nell’attesa, lo staff della manifestazione è lieto di invitarvi
 a partecipare al contest:


San Giorgio di Mantova Fantasy…
…alla ricerca dello slogan perfetto!


Ecco qui le semplici regole di partecipazione:

inventate uno slogan di massimo 15 parole per il San Giorgio di Mantova Fantasy 2012
postate la nostra locandina sul vostro sito, pagina facebook, blog (potete scaricarla QUI)
inviate lo slogan, il link in cui avete postato la locandina e il vostro nome o nickname a sangiorgiodimantovafantasy@gmail.com, indicando come oggetto del messaggio: “Contest 2012”.

Avete tempo fino alla mezzanotte di venerdì primo giugno 2012.
Ogni settimana, gli slogan più belli saranno pubblicati sulla fanpage ufficiale della manifestazione.
Il vincitore assoluto sarà proclamato il 6 giugno 2012


In premio la San Giorgio di Mantova Fantasy Surprise Bagricca di pubblicazioni e gadget really Fantasy! Lo slogan vincitore sarà inoltre pubblicato sul sito ufficiale della manifestazione.


9 e 10 giugno 2012
San Giorgio di Mantova
Stay tuned!


E per non farci mancare nulla qui trovate il programma completo!