Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

domenica 15 luglio 2012

Eccomi qua

Sono tornata!
La mia settimana di vacanza è andata benissimo.
Ho scoperto una cittadina stupenda: Vieste.
Ebbene sì, anche quest'anno ho tradito la Calabria per la Puglia. Devo dire che non mi sono affatto pentita.
Ho scelto all'ultimo, prenotato sul filo di lana, fidandomi dei giudizi di Booking ed è andata proprio benissimo!
Siamo partiti all'alba, con l'obiettivo di percorrere quasi tutto l'Adriatico, c'è sempre qualcosa di Ligabue mentre corro sull'A14 ;))
La scenetta più carina e singolare mi è capitata a Bologna, guido sempre io nel tratto bolognese, tollero meglio le ore di coda rispetto a mio marito. E lui tollera meglio gli Appennini di me ^^
Sono in coda, manco a dirlo, a Bologna, a qualche centinaio di metri dall'uscita Castel San Pietro e vedo che il signore che guida l'auto accanto alla mia mi fa grandi cenni, mio marito abbassa il finestrino e lui ci chiede:
"Per Rimini dritto o devo uscire?"
Ahahahaah sempre dritto!
Faceva voglia l'uscita eh? Invece no, altra oretta di coda, che credi, le vacanze a Rimini bisogna guadagnarsele!
Arrivati a Cesena è un altro mondo, pardon, un'altra autostrada e corriamo veloci fino a Ortona. 
Pausa pranzo lunga e visita al castello, veramente gradevole come cittadina, a parte i 38° ne ho un bel ricordo.

Arriviamo nel pomeriggio sul Gargano e lasciatemi dire che la visione di Peschici mi ha lasciata senza fiato. Arroccata, bianca e sinuosa. Ma non potevamo fermarci, avanti sino a Vieste. Il nostro villaggio era su una collina, tra gli ulivi, una meraviglia! I bimbi vedono la piscina e non resistono, giusto il tempo di scaricare l'auto e siamo tutti e quattro in acqua.
In effetti è stata una vacanza a mollo!
La sera, con il tramonto che incombe vedo Vieste in tutta la sua bellezza.
Faro, fortezza, duomo, scalette e mare.
Cioè, vi rendete conto? Il faro! Eccolo di fronte a me.


Colpo di fulmine!

Sono stati dei giorni di bellezza assoluta con un mare limpido e accogliente, una spiaggia pulita e tanti momenti di relax. 
Sì, se penso a questa vacanza direi che la bellezza l'ha fatta da padrona.
Venerdì c'è stata un po' di paura per un incendio e per un'ora abbiamo temuto di dover evacuare il villaggio poi tutto si è risolto per il meglio. Per fortuna. Io comunque avevo messo in borsa i nostri valori: documenti, iPad, kindle, gli orsetti della nanna dei bambini. Come ha detto mio figlio, se ci siamo noi il resto non importa.
Come ha ragione! 

Durante questi giorni ho letto tre libri di cui vi parlerò prestissimo perché, per varie ragioni, meritano di essere citati. 

Il viaggio di ritorno entrerà negli annali perché ho passato Bologna senza fare coda e perché ho attraversato il fumo denso di un incendio a bordo carreggiata. Ecco, in quei cento metri di visibilità zero, ho trattenuto il fiato sperando che le auto davanti e dietro facessero altrettanto.

Così sono tornata a casa e mi tengo strette le immagini del faro, del mare, degli ulivi, del fisico scultoreo del bagnino del Lido la Bussola (eh pure quelle sono bellezze locali! Che credete^^) 



Torno con la giusta carica perché ne avevo proprio bisogno. Ora devo solo mettere da parte i soldi perché ho capito finalmente che voglio fare nella vita: aprire una gelateria e trasferirmi a Vieste!





Nessun commento:

Posta un commento

Dite la vostra! Mi fa piacere conoscere la vostra opinione