Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

mercoledì 30 novembre 2011

Un commento per Esedion

Un'autrice, Alessandra Paoloni, ha scritto un commento più che favorevole al mio Esedion.
La sua opinione per me è molto importante perchè la ritengo una bravissima scrittrice, forse non conosciuta a sufficienza.
Di suo ho apprezzato moltissimo:
Monologhi in una sala da ballo di fine Ottocenti. I morti
una raccolta di poesie racconti ispirati all'Antologia di Spoon River.

Un solo destino. Prima generazione. E' il primo capitolo della saga della Stirpe di Argotos
Heliaca la pietra di luce. Seconda generazione. E' il seguito.

Ma questi sono solo alcuni titoli dei suoi lavori, se volete altre informazioni le trovate nel suo forum, assieme a molte discussioni interessanti, tra le quali quella sul mio Esedion che però vi lascio sotto.
Buona lettura!

"Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo primo libro di Claudia Tonin. Persona che conosco da tempo ma che non sapevo avesse un libro nel cassetto.
Esedion si presenta come un romanzo fantasy e senza troppe pretese e preamboli ci catapulta fin da subito in questo mondo parallelo al nostro dove l'autrice mescola abilmente mito scienza e fantasia. Scordatevi magie e incantesimi: Esedion è un libro fantasy fuori dal comune, premiato proprio per la sua originalità. Facile innamorarsi di Estreira, mondo dove l'antico e il nuovo quasi combaciano. I due protagonisti, Sofia e Alex, comuni ragazzi si ritrovano a dover far fronte a un destino più grande di loro che li chiamerà in causa perché difendano non solo il mondo che impareranno presto a conoscere e ad amare (ovvero la nuova dimensione fantastica), ma anche il proprio. L'autrice è stata anche abile a tenere il lettore con la suspance fino alla fine, gettando ombre prima su un personaggio e poi su un altro senza identificare dapprima un unico «cattivo», fino alla conclusione. Conclusione che lascia dell'amaro in bocca in quanto si conclude il primo libro di una serie. E anche qui ritrovo un tema a me caro: la predestinazione e il fatto che quando il destino chiama è impossibile sottrarsi.
Il linguaggio poi scorrevole e semplice ne facilita la lettura per ogni fascia d'età. Complimenti all'autrice, e attendo di tornare ad Estreira assieme a lei."



2 commenti:

  1. Bel commento. E in merito a quello di cui parlavamo in questi ultimi giorni, ti faccio notare che anche Alessandra sembra gradire la freschezza del tuo romanzo. Ovvero, il tuo tentativo di proporre qualcosa di diverso. Senza esagerare, ma qualche piccolo elemento insolito c'è.
    Quindi, continua su questa strada.

    RispondiElimina
  2. Grazie Enrico! Cercherò di fare del mio meglio per non deludere te e tutti i lettori, pochi ma buonissimi, che mi hanno sempre sostenuta

    RispondiElimina

Dite la vostra! Mi fa piacere conoscere la vostra opinione