Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

lunedì 19 dicembre 2011

"It's time to say goodbye" a Venezia

Buon lunedì!
Manca veramente poco a Natale e si comincia già il countdown, i miei figli è un pezzo che lo fanno ^_^
Per cominciare bene la settimana vorrei darvi un suggerimento.
No, non per i regali, io sono una di quelli che va alla Vigilia, in perenne ritardo, dunque figurarsi se vi consiglio ora!
(Magari lo faccio domani^^)
Il mio consiglio è di visitare mostre e musei, assieme ai presepi (alcuni vere e proprie opere d'arte e d'artisti).
Nei giorni festivi, oltre ai cinepanettoni, alla neve e ai pranzi luculliani ci sono molte possibilità.


Vi segnalo questa mostra "It's time to say goodbye" ma poichè non sono una critica d'arte ma solo "un'osservatrice attenta del mondo" riporto le parole del sito http://www.stile.it/cultura-e-spettacoli/arte/arte-contemporanea-mostra-venezia
"Una posizione forte e coraggiosa caratterizza la mostra collettiva It's time to say goodbye. Nelle sale del Collegio Armeno Raphael diVenezia, antica dimora del XVII secolo, trovano posto opere modernissime, ma lontane dal canonico mondo dell'arte contemporanea. Vengono citate, in occasione della mostra, le dure parole del critico americano Peter Plagens: "la maggior parte dell’arte promulgata dalle gallerie e dai musei non ha più molto a che fare con l’estetica. L’arte contemporanea ha abbandonato la sua funzione di ala visiva della poesia per trasformarsi in una divisione debolmente "trasgressiva" dell’industria dell’entertaiment. 

La posizione della mostra è chiara. Da un lato si celebra la nostalgia in quanto motore per vivere il presente e porre le basi del futuro, senza mera contemplazione di "quando eravamo felici" e dall'altro propone un'arte diversa dal solito, quella che di solito non trova posto nelle gallerie e nei musei, criticandone aspramente l'indirizzo odierno. Gli artisti coinvolti sono molti e riguardano le varie arti. Troviamo i pittori Giuseppe Gonella Alessandro Papari, con tele dal segno sporco e dall'immaginario potente, i collage dell'eclettico Daniele Villa, le intense foto di Tommaso Fiscaletti e di Michal Bugalski, le moderne installazioni di Matteo SannaRoberto AmorosoPierluigi Fracassi e molti artisti dediti alla video arte, mezzo artistico contemporaneo per eccellenza, tra cui Barbara ArdauBetty BeeAngelo BellobonoJeff HahnOliver Pietsh,Ivan Alfio Sgroi.

La mostra, a cura di Guido Cabib, è accompagnata da testi critici di Massimo Sgroi e Michela Di Stefano, ed è proprio quest'ultima a spiegare le ragioni del titolo della mostra, con parole molto precise: "Vivere nel presente oggi significa andare incontro con fiducia al futuro, dicendo addio ad un sistema dell’arte sempre più impegnato ad escogitare la Next Big Thing invece di To Think about Next". 

Dal 16 dicembre 2011 al 10 gennaio 2012
Palazzo Zenobio per l'Arte Collegio Armeno Moorat - Raphaël
Fondamenta del Soccorso
Dorsoduro
Venezia

Per informazioni:
www.collegioarmeno.com"

Avendo io, la fortuna e l'onore di conoscere personalmente Giuseppe Gonella, di cui qui trovate il sito, vi consiglio fortemente di visitare questa mostra e di ammirare i suoi quadri. 

Giuseppe Gonella, Humble yet important, acrilico su tela, 150 x 200 cm, 2010

(e questa è anche la locandina della mostra credo...)


Non è un mistero che i suoi paesaggi scossi dal vento sono stati di grande ispirazione per Esedion e che l'ho chiamato la mia Musa. 

Beh, almeno finché non ho visto i quadri di Lorella Paleni, che lo ha spodestato dal ruolo di Musa. 

Darei qualsiasi cosa perché questo quadro, che trovate nel suo sito, fosse la copertina del romanzo di cui attendo valutazione.
Magari se lo chiedo a Babbo Natale...
 


 

5 commenti:

  1. Guarda... Io tutti gli anni vado a visitare il presepe di sabbia a Igea Marina. E' favoloso... Uno spettacolo unico. E poi quest'anno voglio anche andare a vedere il presepe a Roncofreddo. Con me sfondi una porta aperta :D
    Io faccio il conto alla rovescia come i tuoi figli... anzi peggio!!! ahahahahha
    buona giornata!!!!
    Un abbraccione

    RispondiElimina
  2. Sì, aspetto i tuoi consigli libreschi. Quindi vorresti questa immagine come copertina?

    RispondiElimina
  3. @Devis bravo! I presepi di sabbia sono fantastici vere e proprie opere d'arte. Io spero di riuscire ad andare a vedere la mostra, proprio di presepi di sabbia, che fanno a Jesolo. Un abbraccio a te e grazie di passare a salutarmi^^
    @Chagall Che ne pensi? I consigli arriveranno presto...

    RispondiElimina
  4. Il quadro mi piace molto, ma temo che un editore opterebbe per qualcosa di più 'convenzionale'.
    Voglio dire che una copertina del genere non è la classica che ci si aspetta da un romanzo come quello che hai scritto tu, potrebbe creare confusione.

    RispondiElimina
  5. Capisco quello che intendi, probabilmente hai ragione. :(

    RispondiElimina

Dite la vostra! Mi fa piacere conoscere la vostra opinione