Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

sabato 12 maggio 2012

Il canto della rivolta - Commento


Il canto della rivolta


Posso dire senza alcun dubbio che Hunger Games è una delle saghe più belle che abbia mai letto.
Suzanne Collins ha tutta la mia stima, come narratrice e come persona, per avere costruito una storia dai risvolti reali e drammatici. Ha lanciato un messaggio forte e coraggioso ai ragazzi, ma probabilmente i più colpiti dalle sue storie sono gli adulti, che ne comprendono appieno le sottigliezze.

Il mio commento, con SPOILER ENORMI, che invito a non leggere, se non dopo la fine della lettura del libro.
Perché questo è un libro che dovete leggere, assolutamente!
Visto che ci siete andate pure al cinema perché il fim merita sul serio!
Buoni Hunger Games a tutti!


Commento

L’ultimo capitolo della saga degli Hunger Games si apre in un Distretto 12 incenerito dalle bombe di Capitol City.
Katniss è stata salvata dai ribelli e portata nel Distretto 13  dove ritrova la sua famiglia e si riprende dai giochi della Memoria. Il pensiero fisso sulla sorte di Peeta non è lenito nemmeno dalla presenza di Gale.
La presidente Coin del Distretto 13 vuole che lei sia la Ghiandaia Imitatrice, l’icona della rivolta che solleverà i distretti. Katniss ha i postumi del trauma cranico, un enorme senso di colpa per la morte delle centinaia di persone che popolavano il Distretto 12 e anche per avere lasciato Peeta.
In questo romanzo assistiamo alla crescita della protagonista che comprende pienamente la crudeltà della guerra e si trova spesso a non condividere le scelte crudeli della rivoluzione.
Quello che fanno a Peeta poi la sconvolge e la fa sentire ancora più in colpa.
Gale porta alle estreme conseguenze i suoi discorsi di ribellione e diviene anche lui, come spesso accade, da perseguitato a persecutore, lasciandosi cambiare dalla guerra.
Se devo essere sincera il Distretto 13 mi ha spaventata tanto quanto Capitol City, soprattutto quando dimostra delle rigidità disumane nei confronti dei preparatori.
Peeta resta il mio personaggio preferito, nonostante il depistaggio, una tortura psicologica e farmacologica che gli fa credere di odiare Katniss, lotta per non farsi cambiare. La sua indole resta fedele a se stessa, come quella di Annie e Finnick, nonostante tutto quello che possono avergli fatto, c’è chi ha la forza per non farsi cambiare, per capire il limite etico invalicabile. 
La presenza di questi personaggi è un punto che voglio sottolineare per la speranza che queste figure portano all’interno della storia.
Possiamo comprendere Gale, Haymitch, la stessa Katniss per la loro rabbia e per la violenza, ma sono altri gli eroi. 
Alla fine anche Katniss lo capisce.
Chi sceglierà tra i due? (Non sto parlando di Gale e Peeta)
La protagonista alla fine dovrà scegliere da quale parte stare e sceglie di stare dalla propria.
Il finale mi ha spiazzata completamente. La morte di molti personaggi, i bambini, i bombardamenti ma soprattutto la morte di Prim chiudono un cerchio di violenza. 
Mentre con il presidente Snow era riuscita a salvare la sorella con la presidente Coin non può riuscirci. Non riesce a immolarsi come tributo. I nuovi Hunger Games, che mostrano tra i vincitori di che pasta sono fatti, con il colpo di scena finale davvero sorprendente.
Alla fine però non sarà Katniss a scegliere tra Gale e Peeta "quello che tornerà più utile alla sua famiglia", come sosteneva Gale. Inevitabile che sia così, giusto se vogliamo. L’espiazione della colpa di Gale nel Distretto 2, che ha tentato di annientare, mostrano che anche lui è cresciuto e ha compreso. Quando verrà il momento Katniss riuscirà a capire chi ama e perché la scelta non può che essere quella. 
Ma solo perché Gale si allontana e Peeta insiste per portarla di nuovo verso la vita, come aveva già fatto.
Un finale amaro ma di speranza, con la vita che, nonostante tutto, continua.

6 commenti:

  1. Io amo la trilogia di Hunger Games!!!!!
    Mai letto libri tanto belli.....posso dirvi che nei primi due capitoli del libro ho pianto circa 5 volte!!!!!
    Bellissima recensione!
    HG 4EVER <3

    RispondiElimina
  2. Mi fa piacere che ti sia piaciuto il mio commento! Senza dubbio è una trilogia che non lascia indifferenti e che suscita emozioni. Sono contenta di averla letta e aspetto altri libri da questa autrice ;)
    Buone letture!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono molto contenta di averla letta!!! Però mi dispiace un casino che sia finita........
      Tu conosci libri come questo che mi puoi consigliare???
      Comunque il mio preferito resta Hunger Games!
      HG 4EVER <3

      Elimina
    2. Devo essere sincera come questa saga non conosco altri libri. Lo stile dell'autrice mi piace molto e mi ricorda quello di Robin Hobb, ma il suo genere è fantasy non fantascienza. Alcuni dicono che Battle Royal sia simile che la Collins abbia ammesso di essersi ispirata a questo romanzo. Io non l'ho letto ma mi incuriosisce ^^

      Elimina
  3. Grazie comunque....
    quale è stato il tuo momento o capitolo preferito mentre della trilogia di hunger games?????
    HG 4EVER <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hunger games è il mio libro preferito dei tre. La parte che più mi ha colpito è quando Katniss trova e assiste Peeta ferito alla gamba. Lì, credo, esce la parte migliore della protagonista, ma anche il genio di Peeta nel mimetizzarsi. Mi ha profondamente commossa anche la morte di Rue.

      Elimina

Dite la vostra! Mi fa piacere conoscere la vostra opinione