Le cronache di Gaia

Cronache di Gaia.

Un luogo di viaggio e di passaggio, benvenuti!

Italia: terra d'amori, arte e sapori

Italia: terra d'amori, arte e sapori
EWWA

venerdì 1 aprile 2011

Il mio Giappone


Visto che venerdì 11 marzo ha cambiato il Giappone per sempre vorrei dedicare i venerdì di aprile a questo meraviglioso paese e a tutte le incredibili forme d'arte che possedeva e possiede. Oltre, naturalmente, ai suoi coraggiosi abitanti.
Qualora non lo sapeste c'è un sito in cui scrittori e illustratori raccolgono fondi per il Giappone ne avevo parlato qui, ma tornate a visitare il sito Autori per il Giappone, merita!

Credo che, come quasi tutti quelli della mia età, il primo incontro con il Giappone sia stato attraverso i cartoni animati.

Oggi vi parlo del mio preferito in assoluto.

Conan il ragazzo del futuro

(未来少年コナン Mirai shōnen Konan?) è un anime televisivo di 26 episodi, diretto da Hayao Miyazaki (con la collaborazione di Keiji Hayakawa e Isao Takahata), adattamento del romanzo di fantascienza per ragazzi The Incredible Tide di Alexander Key (tradotto anche in italia da Kappa Edizioni). (Molto diverso dall'anime televisivo)

« Nel mese di luglio dell'anno 2008, la razza umana sfiorò la completa estinzione. In pochi istanti, le armi elettromagnetiche cancellarono più di metà degli esseri umani dalla faccia del pianeta. Il cataclisma causò uno spostamento traumatico dell'asse terrestre, e i continenti finirono quasi interamente sommersi dalle acque. »


Francobolli emessi dalle Poste giapponesi con i personaggi della serie: in sequenza sono presenti i francobolli di Conan, Lana, Lana, Conan, Monsley, Lepka, Gimsey, Dyce, dottor Rao e nonno di Conan.
La storia è ambientata nel 2028 all'indomani della guerra atomica. Nel luglio del 2008, durante la terza guerra mondiale, le esplosioni di bombe elettromagnetiche molto più potenti di qualsiasi arma atomica conosciuta distrussero in poche ore oltre la metà della superficie della Terra. La stessa crosta terrestre ne risentì e l'asse di rotazione del pianeta fu spostato. La conseguenza di questi sconvolgimenti fu la frattura dei continenti che in gran parte si inabissarono sotto gli oceani. Solo pochi sopravvissuti riuscirono per caso a salvarsi dalle ondate di marea, rimasero isolati nei pochi territori emersi e dovettero ricominciare da zero, fondando, nella maggior parte dei casi, villaggi agricoli.
All'epoca della storia, l'unica città-stato ancora basata sulla tecnologia è la dispotica Indastria, in cui le persone sono divise in caste e la maggior parte della popolazione è sfruttata dai potenti.
Conan è un ragazzo nato dopo la catastrofe, unico bambino nato da due componenti del gruppo di astronauti che cercarono inutilmente scampo fuori dall'orbita terrestre e precipitarono dopo il cataclisma su di un'isola deserta, unico affioramento di quello che un tempo era un continente, e che venne ribattezzata "Isola Perduta".
Ormai cresciuto, Conan vive sull'isola con il nonno, l'ultimo degli astronauti sopravvissuti, che pensa che sulla Terra non siano rimasti altri abitanti oltre a sé stesso ed il ragazzo. La vita di Conan è semplice e in intimo contatto con la natura; egli, dotato di una forza e un'agilità fuori del comune, è un abile pescatore, in grado di resistere in immersione molto più a lungo delle altre persone.
Un giorno Conan trova sulla spiaggia Lana, una ragazza della sua età che, inseguita da un aereo, è naufragata sull'isola ed è svenuta. Soccorsa e curata da Conan e dal nonno, la ragazza rivela che molte altre persone sono sopravvissute alla catastrofe nella sua isola di Hyarbor, dove la gente vive in pace e armonia, anche se minacciata dalla lontana e aggressiva società di Indastria governata dal dittatore Lepka.
L'arrivo sull'isola del Falco, l'aereo di Indastria pilotato da Monsley, sconvolgerà la vita di Conan, che in poche ore assiste al rapimento di Lana e alla morte del nonno, ucciso in un incidente mentre cercava di scacciare dall'isola gli arroganti invasori.
Conan promette al nonno di andare a cercare Lana, e di mettersi in contatto con le altre persone che vivono ancora nel mondo. Costruita con mezzi di fortuna la sua imbarcazione, Conan abbandona la sua Isola Perduta e comincia così il lungo viaggio che lo porterà alla liberazione di tutti gli uomini oppressi dalla tirannia di Indastria.

Essendo un opera del maestro Miyazaki (e non serve dire altro) si tratta di un piccolo capolavoro. Oltre allo spettacolo per gli occhi è stupenda anche la storia.
Il messaggio che contiene è drammatico e importantissimo.

Nelle prime puntante Monsley parla con il nonno di Conan che, vendendo le armi che porta, la aggredisce con una frase più o meno del genere:
"Sono le persone come voi che hanno distrutto il mondo"
Lei si arrabbia moltissimo e gli risponde, più o meno così:
"Come ti permetti vecchio! noi eravamo solo dei bambini e voi gli adulti. Ti sei mai chiesto che futuro amaro ci avete preparato?"
Di fronte a quelle parole, il buon nonno di Conan china il capo.

Forse perché adesso non sono più una bambina ma l'accusa di Monsley me la sento come una spada di Damocle sulla testa...

Conan finisce bene:

Il tiranno-dittatore Lepka finisce per precipitare col suo enorme bombardiere in mare dopo che Conan e i suoi amici hanno sabotato la mostruosa macchina volante. Alla fine anche il dottor Rao muore durante il viaggio di ritorno ad High Harbor, Il capitano Deis e Monsley si sposano e, assieme a Conan, Lana, Gimsey e alcuni abitanti di High Harbor, vanno a colonizzare l'"Isola Perduta", facendo tornare la speranza di una nuova era di pace sulla Terra.



Si ringrazia per la collaborazione, come sempre, Wikipedia e le straordinarie persone che contribuiscono a renderla ogni giorno più utile.

4 commenti:

  1. Conan è un anime che non ho mai visto per intero e con la dovuta maturità... dovrò recuperarlo, a quanto pare!
    E massima soliderietà al popolo giapponese, sperando che l'emergenza nucleare si fermi e che possa rialzarsi ancora una volta :)

    Bella iniziativa, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Sì Tanabrus, che riesca ad alzarsi ancora! Autori per il Giappone è una splendida iniziativa scaturita da un'idea di Lara Manni che ha subito raccolto intorno a sè tanti artisti generosi. Speriamo che tutto questo serva ad aiutarli.
    Per Conan devi rimediare, un super esperto come te non può avere queste lacune! ;)))

    RispondiElimina
  3. Di Autori per il Giappone lo so, ho visto il progetto nascere su FB :D
    Mi riferivo alla tua dedica "giapponese" dei venerdì di aprile :P

    RispondiElimina
  4. oh! Grazie ^___^
    In effetti è solo una piccola cosa, speravo e spero di far capire come questo paese, apparentemente distante centinaia di chilometri, in realtà ci sia molto più vicino di quanto non crediamo.

    RispondiElimina

Dite la vostra! Mi fa piacere conoscere la vostra opinione